NEWSLETTER

Polaroid Impulse 600 - Polaroad

Polaroid Impulse 600

Recensione Semiseria.

Ecco a voi la nostra recensione della Polaroid Impulse 600, un modello vintage di Polaroid.

Recensione Polaroid Impulse 600

Quanto mi dovrò svenare per comprarla? Per la macchina il giusto, per le pellicole abbastanzina!

Il prezzo della Polaroid Impulse 600, vecchio modello vintage della Polaroid (fine anni ‘80), varia un sacco a seconda delle condizioni di utilizzo: si possono facilmente trovare macchine usate in perfette condizioni a 40-50 euro (come la nostra), o anche meno se siete amanti del rischio o smanettoni visto che spesso si trovano macchine usate anche a 20-30 euro ma non testate… quindi chissà, potrebbe essere l’affare del secolo o una grandissima incu…. ops, volevo dire fregatura! Per macchine nuove o totalmente rigenerate il prezzo sale intorno ai 100-120 euro, che ci stanno.

Questa non sarebbe una vera recensione della Polaroid Impulse 600 se non affrontassimo l’argomento pellicole. Ce ne sono tante, tantissime e sono vendute in pacchi da 8 a 20 euro… quindi pensate bene a quando e come scattare perché sprecare film è abbastanza costoso! Il motivo di questo prezzo è che le confezioni delle pellicole contengono al loro interno anche le batterie per far scattare la macchina, che quindi non ha bisogno di altre pile. Comunque se siete degli amanti delle vere e autentiche polaroid, o ne avete una vecchia in casa, la spesa non vi peserà molto e ogni scatto sarà intensamente voluto e amato.

Ci saprò mettere le mani? Scattare una foto non potrebbe essere più semplice, basta sapere quando farlo e quando non!

Vi starete chiedendo, visto che questa é una recensione della Polaroid Impulse 600, perché non abbiamo ancora affrontato l’argomento del come va utilizzata questa macchina. Tranquilli ci stiamo arrivando e, fortunatamente per voi, c’é poco da dire… perché la macchina é semplicissima! Vanno fatte giusto due mosse per scattare una foto: premere il flash per farlo uscire e accendere la macchina e premere il tasto di scatto appena la lucina è diventata verde. Basta, tutto qui! Più semplice di così!

Recensione Polaroid Impulse 600

Volendo si potrebbe anche regolare l’esposizione con la levetta al centro della macchina, ma noi non ci siamo mai azzardati a farlo, mantenendo la neutralità quasi sempre con buoni risultati.

L’estrema semplicità della Polaroid Impulse 600 presenta però una serie di limitazioni al suo utilizzo: non provate nemmeno a fotografare soggetti ravvicinati (scritte o particolari) perché non c’è una messa a fuoco adeguata quindi tutto verrà sfocato; il flash non può essere ovviamente disattivato (e coprirlo farà solo peggio) quindi meglio non fotografare giochi di luci e colori al buio visto che tutto verrà inondato di luce; non scordatevi MAI il flash aperto perché così la macchina rimane accesa consumando batteria e se, sfortunatamente, si esaurisce con pellicole ancora dentro da scattare, rischiate di perdere quei film.

Ma conoscendo i suoi punti forti e deboli, la Polaroid Impulse 600 in compenso saprà regalarvi scatti poetici in particolare di panorami, tramonti e scorci, trasformando ogni fotografia in un piccolo quadro, anche per le dimensioni delle pellicole che valorizzano moltissimo le immagini. Per ottenere il massimo dalle pellicole, fatele sviluppare lontano dalla luce per almeno 15 minuti e magari un po’ al calduccio, ad esempio le vostre tasche sono il cantuccio ideale. So che non vedete l’ora di sventolare allegramente all’aria le polaroid come avete visto fare centomila volte nei film, ma in realtà in questo caso non serve proprio ad una cippa lippa, anzi rischiate di rovinare la pellicola.

P.S. Ricordatevi che, una volta inserito il pacco nuovo di pellicole da 8, il conta scatti partirà da 10, quindi sottraete 2 per capire quante pellicole vi restano!

Recensione Polaroid Impulse 600

Recensione Polaroid Impulse 600

Recensione Polaroid Impulse 600

Quanto acchiapperò con questa macchina? Probabilmente pochi, ma quei pochi BUONI!

Allora, diciamoci la verità, le forme e i colori di questa macchina non sono proprio molto affascinanti. La Polaroid Impulse 600, in apparenza una scatoletta squadrata grigia piuttosto ingombrante, non colpisce certamente per la sua avvenenza. Il suo fascino autentico si rivelerà a chi saprà guardarla con uno sguardo più profondo e meno superficiale: questa è una POLAROID! Così sono fatte le vecchie macchine istantanee e, a chi cerca e ama lo stile della fotografia istantanea della vecchia generazione, all’apice della sua diffusione, questa macchina sembrerà irresistibile. E poi il suono dello scatto e la foto che spunta fuori come una linguaccia sono un cult!

Recensione Polaroid Impulse 600

Quante bischerate potrò farci? Lasciatevi ispirare dalle pellicole!

Recensione Polaroid Impulse 600

La parte più divertente della Polaroid Impulse 600 è la varietà di pellicole 600 che si possono usare: dal bianco e nero al blu/rosa e nero, dalla semplice pellicola con la cornice bianca alle pellicole con cornici colorate, fino alle edizioni speciali! Con il nuovo avvento della fotografa istantanea, la Polaroid Original ha iniziato a produrre di nuovo pellicole di tutti i tipi, rinnovando periodicamente la scelta: insomma, ce n’è per tutti i gusti!

Recensione Polaroid Impulse 600

Recensione Polaroid Impulse 600

Recensione Polaroid Impulse 600

Per riassumere in breve:

Consigliata per fotografi: amanti del vintage e della fotografia istantanea vecchio stampo; per gli amanti dei paesaggi e scorci questa è la macchina ideale; per chi va in panico con troppi tasti e funzioni, qui ci sono solo 2 tasti da pigiare; i ribelli, quelli che vogliono distinguersi dalla massa, questa macchina é molto piú radical chic delle piú commercializzate Fuji Instax; per chi vuole un formato di pellicola più grande e d’effetto e più rigido rispetto alle più comuni pellicole mini e square; pazienti, che sanno aspettare un po’ di tempo per vedere il risultato.

Sconsigliata per fotografi: per i girelloni, la Polaroid Impulse 600 è un po’ ingombrante per essere portata sempre a giro; amanti degli strumenti tecnologici, moderni e multifunzione; sbadati, che rischiano di lasciare il flash aperto scaricando la batteria e sprecando pellicole; amanti dei particolari, perché non è assicurata la messa a fuoco necessaria; impazienti e “sventoloni” che vogliono sapere subito come è venuta la foto rischiando invece di rovinarla.

Vi é piaciuta la nostra recensione della Polaroid Impulse 600? Se siete ancora in dubbio se questa sia la macchina adatta a voi potete consultare le nostre recensioni (semiserie) di altre fotocamere istantanee qui.

 

by Giulia Valacchi